Cliccare sulle immagini per ingrandirle...

... se invece volete scrivermi fatelo all'indirizzo:

caraffastrip@gmail.com

martedì 6 aprile 2010

Sweet home - Si ritorna


...QUESTA INGRANDITELA ALTRIMENTI NON RIUSCIRETE A CAPIRLA... :) ...

Salve gente!

Dopo quasi tre mesi senza strisce, rieccomi! Festeggio il mio ritorno dall’ospedale e Scipione festeggia con me!

Come vanno a voi le cose? Verrò a fare un giro nei vostri blog!

Ringrazio tutti quelli che, in mia assenza, si sono inseriti nella lista delle persone che mi seguono!

Alcuni, però, non hanno inserito nella scheda il loro indirizzo ( probabilmente in mancanza di un blog), quindi li saluto e ringrazio qui.

E spero di averla finita con queste assenze … eccheccacchio!!

A presto,

sempre io,

CaRaffa.

P.S. Perchè il disegno è così "squadrato"? Perchè l'ho fatto con Illustrator!

domenica 24 gennaio 2010

Le chat


Salve gente!
Questa settimana ho avuto tempo solo di affacciarmi un paio di volte da queste parti. Ho visto che ci sono nuove persone che mi seguono e le ringrazio tantissimo! Spero che le mie strisce continueranno a piacervi. Se avete un blog passerò al più presto a vederlo ( stesso vale per le persone che seguo di solito) altrimenti vi saluto così!

P.S. Qualcuno ha poi visto il film?

A presto,
sempre io,
CaRaffa.

domenica 10 gennaio 2010

Io penso positivo

Salve gente!

Se vi dico che in una quindicina di giorni ho visto un film ben 10 volte, che pensate? Che sono matta?

Credo di aver trovato il mio film e vorrei consigliarvelo. Si tratta di una clay animation per la precisione( per chi non lo sapesse, la clay animation è l’animazione fatta usando personaggi di plastilina). Viene dall’Australia ed il titolo è Mary and Max, realizzata da Adam Elliot. Purtroppo o per fortuna, non lo troverete in italiano bensì con i sottotitoli.

Preparate i fazzoletti, ve lo dice una che non ha mai pianto per cose del genere: non volevo farlo nemmeno questa volta, ho ricacciato indietro quella lacrimuccia fino alla fine ma poi non ce l’ho fatta. Vi imbatterete in una storia unica per trama, personaggi, sentimenti, ambientazione e musiche.

La trama è insolita ma è il modo in cui viene raccontata che fa la differenza. C’è una leggerezza nell' affrontare situazioni della vita, difficili e dolorose, che fa guardare la pellicola col cuore limpido, non saprei che altro aggettivo usare.

La storia inizia nel 1976 e si svolge in parte a Mount Waverley (Australia) e in parte a New York. Australiana è una bambina, Mary Daisy Dinkle, timida, impacciata, bruttina, sola. Trascorre la sua esistenza nella sua cameretta a guardare la vita scorrere dalla finestra, con la compagnia di un gallo scampato al macello, i Noblet (cartoni animati) e barattoli di latte condensato zuccherato. A New York vive un uomo, Max Horowitz, obeso, appassionato ( meglio dire dipendente) di cioccolata e sostenitore dell’organizzata vita dei Noblet. Anch’egli è solo, causa la sua incapacità di vivere una vita normale ( nel corso della storia ne scoprirete i motivi).

Mary è convinta che in Australia i bambini vengano trovati dai papà nei fondi dei boccali di birra ma vuole sapere se in America, dove tutti bevono Coca Cola, i bambini possono uscire dallo stretto buco di una lattina.

Scegliendo un indirizzo postale a caso, chiederà proprio a Max dove vengono trovati i bambini americani. La domanda reale che Mary ha dentro di se, la sua speranza, è quella di trovare finalmente un amico. Inizia la corrispondenza epistolare tra i due, tra due persone fondamentalmente buone, semplici, tanto sincere da non esser considerate normali. Una persona normale potrebbe uccidere mentre Max viene considerato troppo stupido per farlo... Mary e Max sono persone la cui vita, oggettivamente, viene segnata costantemente da delusioni, difficoltà e sofferenze che una persona “normale” non riuscirebbe a reggere. Mary e Max ci provano, nonostante i loro difetti.

“ Dio ci ha dato i parenti, grazie a Dio possiamo scegliere i nostri amici”.

P.S. Vi ho parlato solo dei primi 12 minuti, non vi ho svelato nulla, guardatelo con tranquillità!

A presto,
sempre io,
CaRaffa.

giovedì 7 gennaio 2010

L'oroscopo dei difetti: Capricorno, Acquario, Pesci


Ecco qui un’altra serie di tre segni dell’oroscopo dei difetti, l’ultima.

Ora , provate ad indovinare: di che segno sono?

Baldo, se passi di qui non barare, la tua risposta non vale perché lo sai già! ^_^

E’ facile, c’è un’aiutino, anzi, più di uno sparsi qua e là …

E poi, ditemi, ora che avete letto tutto l’oroscopo, quanto vi riconoscete in quello che ho scritto?

Spero poco perché, ve lo dico subito, non ho tempo di farvi oroscopi personalizzati!!

E ora non fate finta che non li avreste voluti comunque … io lo so che non è vero :D

Da domani si passa ad altro!

A presto,
sempre io,
CaRaffa.

mercoledì 6 gennaio 2010

L'oroscopo dei difetti: Bilancia, Scorpione, Sagittario.

Salve gente!

Ed ecco la terza parte dell’Oroscopo dei difetti.

C’è anche il Sagittario, per chi lo attendeva con impazienza :)

Volevo inserire disegni più grandi ma a quanto pare per blogspot ci sono dei problemi. Avevo fatto dei bei poster!

Domani metterò gli ultimi 3 segni e, mi raccomando, alla fine non picchiatemi, ok? Dopotutto mica è colpa mia se avete tutti ‘sti difetti! :D

A presto,
sempre io,
CaRaffa.

martedì 5 gennaio 2010

L'oroscopo dei difetti: Cancro, Leone, Vergine.


Eccomi con altri tre segni del mio “ Oroscopo dei difetti “.

I disegni li sto facendo con Illustrator (maledetto programma, per quanto utile mi è proprio antipatico) perché i disegni che avevo fatto con Photoshop erano poco visibili sullo sfondo. Forse vi farò vedere i bozzetti quando avrò finito di inserire tutti i segni. Erano carini, peccato.

Credo che continuerò a disegnare sempre direttamente con qualche programma di grafica e illustrazione, anche perché non posso fare altrimenti. Però mi hanno da poco regalato un bel set di pennini e boccette di inchiostro di vari colori e vorrei usarli al più presto. Spero di trovare il modo per farlo.

Oggi, su rai tre, hanno trasmesso un puntata di “Le storie-Diario italiano” dedicata ai fumetti, l’ho vista per caso. Secondo il parere del giornalista invitato, Luca Raffaeli ( che ha scritto anche un libro a riguardo, "Tratti e ritratti, i grandi personaggi del fumetto da Alan Ford a Zagor" e lo stava sponsorizzando ) il fumetto italiano sarebbe il migliore, quello più bello, di maggior qualità e che vanta un’alta produttività. A sentire lui sembrava veramente che il mondo del fumetto fosse tutto rosa e fiori. Ma ognuno, come si suol dire, tira sempre l’acqua al suo mulino. Perlomeno mi è parso realmente appassionato del genere. Hanno proiettato anche un piccolo video sul Romics alla fine ^_^

Ogni tanto anche in tv si parla di chi racconta piccole o grandi storie disegnando e non solo del Grande Fratello o dell’Isola dei famosi. Ma non mi faccio illusioni.

Buon oroscopo,

A presto,
sempre io,
CaRaffa.

lunedì 4 gennaio 2010

L'oroscopo dei difetti: Ariete, Toro, Gemelli.


Cari lettori e lettrici, siamo qui riuniti in questo giorno di vacanze natalizie per celebrare il mio ritorno sul web.

E non fate quella faccia vaga.

Bene, oramai avrete intuito che, in quanto a salute, non è che sia messa un gran che bene e quindi spesso scompaio. Ringrazio tutti quelli che mi hanno lasciato auguri sul blog e che mi hanno scritto e-mail. Ancora non ho avuto modo e tempo di rispondere ma spero di poterlo fare entro domani. Nel frattempo faccio questo aggiornamento: è da molto che non posto niente e, oltretutto, ho questo oroscopo abbozzato da più di un mese. Con queste righe, intanto, vi ho avvisati che ci sono ancora e che, in questi giorni, inserirò tutti i segni dell’oroscopo a gruppi di 3. E’ un oroscopo alternativo, l’ho chiamato “L’oroscopo dei difetti”. Non è proprio l’oroscopo del 2010 che volevo fare all’inizio ma è carino lo stesso. Non ci crederete mai ma mi sono addirittura informata su tutti i segni zodiacali per fare un oroscopo, seppur scherzoso, basato su caratteristiche reali dei segni. Quindi, se fra di voi c’è chi ci crede, sarà accontentato.

Sia ben chiaro che non faccio previsioni né mi interessano, ok? Diffidate dei maghi tranne di Arturo Brachetti.

Buona lettura!

A presto,
sempre io,
CaRaffa